Istituto di Istruzione Superiore Jacopo da Montagnana

Apri l'orizzonte del tuo futuro

L'ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

una possibile opportunità


Immagine correlata



L’Alternanza scuola-lavoro può generare valore aggiunto poiché promuove una maggiore attenzione, da parte dei formatori, dei docenti e degli esperti, alle motivazioni personali e culturali dell’allievo. In tale prospettiva, si ritiene possibile, in particolare, impostare in tutti i corsi un modulo “Progetto didattico individuale” a carattere orientativo e di accompagnamento.

L’attività mira a sviluppare le capacità dei giovani di:

• identificare problemi ed opportunità inerenti il progetto formativo, in relazione al contesto socioeconomico ed all'inserimento nel mondo lavorativo;

• riconoscere le competenze professionali (conoscenze, competenze, abilità) richieste dal sistema produttivo;

• identificare gli elementi che compongono il progetto formativo (ruoli, fasi, tempi e metodi);

• ampliare il repertorio delle metodologie didattiche tradizionali: accanto alle lezioni frontali, grazie all’ASL si possono promuovere situazioni e ambienti di apprendimento anche attraverso l’utilizzo dell’ambiente di lavoro, con l’accompagnamento del tutor interno;

• arricchire la realizzazione dello stage tradizionale con l’applicazione delle metodologie dell’ASL, coinvolgendo attivamente i giovani e sostenendoli nel vivere l’esperienza lavorativa e favorendo lo sviluppo dell’attitudine alla ricerca, alla rielaborazione e all’autovalutazione;

• riconoscere il percorso effettuato attraverso la certificazione analitica delle competenze di ogni singolo studente, con lo sguardo rivolto anche agli sviluppi della certificazione e della sua trasparenza in ambito europeo;

• effettuare il monitoraggio e la valutazione dell’efficacia delle azioni formative, nella logica dell’accreditamento e della qualità.

L’Alternanza inoltre

• contribuisce a conferire un elevato livello qualitativo dell’offerta formativa complessiva;

• favorisce la consapevolezza delle famiglie circa il valore formativo del percorso di Area-Alternanza e la loro corresponsabilizzazione nell’azione educativa;

• stimola e promuove reti di collaborazione interistituzionali, con il coinvolgimento degli Istituti Professionali, per individuare bisogni e linee di sviluppo del territorio.

Tali obiettivi possono essere raggiunti solo attraverso il coinvolgimento di tutti i docenti del Consiglio di Classe.

Attualmente nell’Istituto “Jacopo da Montagnana” sono attivi i seguenti progetti che rientrano nella fattispecie ASL e sono:

- classi terze e classi quarte, Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera, un percorso di Alternanza Scuola Lavoro (Legge 107/2015) di 200 ore (stage in azienda e attività in aula) per ciascun anno di corso;

- classi terze e classi quarte, Liceo scientifico e Liceo scienze applicate, un percorso di Alternanza Scuola Lavoro (Legge 107/2015) di 100 ore (stage in azienda e attività in aula) per ciascun anno di corso.

Tali attività di ASL saranno svolte in minima parte durante la normale attività didattica e in maggior parte durante la sospensione estiva delle attività didattiche.

Riferimenti normativi:

-Legge 28 marzo 2003 n. 53 – Legge quadro di riforma del sistema di istruzione e formazione: Art. 4 – Alternanza scuola-lavoro

-D. Leg.vo 15 aprile 2005 n. 77– Alternanza scuola-lavoro e obbligo.

-D.P.R. 15 marzo 2010 n. 87– Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti professionali.

-Legge 107/2015 – Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.